Palazzo Chiaramonte detto Steri situato a Piazza Marina Palermo

PALAZZO CHIARAMONTE detto STERI
Il Palazzo Chiaramonte è noto anche come Steri, da Hosterium (palazzo fortificato), si trova nel centro storico di Palermo immerso nella splendida Piazza Marina dove è situata Villa Garibaldi che ospita un Ficus Magnolia che risulta essere uno dei più vecchi e grandi di Italia.

La sua costruzione datata nei primi anni del XIV secolo fu la dimora di Manfredi Chiaramonte, conte dell’immenso e potente feudo di Modica che durò 520 anni.

Nei secoli fu residenza dei Viceré spagnoli, sede della Regia Dogana e ospitò anche il tribunale dell’Inquisizione.
Venne restaurato recentemente, (anni 50) dall’architetto Carlo Scarpa e dal suo team di giovani architetti palermitani.

Oggi è anche sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Palermo.

COMPLESSO MONUMENTALE DELLO STERI
All’interno del complesso monumentale è nato un vero e proprio polo museale. Una scelta legata alle recenti scoperte che riguardano il carcere dei Penitenziati utilizzate dall’inizio del ‘600 alla fine del ‘700 dall’inquisizione spagnola per imprigionare, torturare ed uccidere tutti quei cittadini palermitani che per il loro orientamento religioso, per la vita sociale, per le ideologie politiche risultavano scomodi canada viagra.

In tre celle che si trovano al piano terra del complesso, dove erano relegate le donne, sono stati ritrovati nuovi graffiti completamente sconosciuti che rappresentano figure umane e invocazioni delle prigioniere accusate di stregoneria.
All’interno delle carceri dello Steri si trovano preziosissimi graffiti dei carcerati, come unica testimonianza del grande dolore che fu patito sotto l’Ancien Régime (Antico Regime), nome dispregiativo dato dai rivoluzionari francesi per identificare il sistema di governo che precedette la Rivoluzione Francese del 1789, la monarchia assoluta dei Valois e dei Borbone.

All’interno del palazzo Steri viene custodito anche il dipinto più celebre di Renato Guttuso, la Vucciria.